LV ENHANCED Image Slider

  • images/slide/rubaltelli_1.jpg
  • images/slide/rubaltelli_11.jpg
  • images/slide/rubaltelli_13.jpg
  • images/slide/rubaltelli_18.jpg
  • images/slide/rubaltelli_2.jpg
  • images/slide/rubaltelli_21.jpg
  • images/slide/rubaltelli_23.jpg
  • images/slide/rubaltelli_24.jpg
  • images/slide/rubaltelli_6.jpg
  • images/slide/rubaltelli_7.jpg

WebTV


NEWS

Chiusura uffici

Si comunica che, in occasione del Ferragosto, gli uffici riapriranno giovedì 17 agosto.

AddThis Social Bookmark Button

CARENZA IDRICA: GRAVI DANNI ANCHE PER LA BIODIVERSITÀ NELLA RETE DI BONIFICA PARMENSE

moria pesci parmenseIngente morìa di pesci nella canalizzazione dello Spelta da Guardasone a Montechiarugolo a seguito del provvedimento regionale di sospendere a Cerezzola le derivazioni di acqua per l’irrigazione e per garantire il minimo deflusso vitale nell’Enza. Il danno contenuto a monte si ripercuote a valle sulla fauna ittica autoctona.

 

Parma - 12 Agosto 2017 - Il Consorzio della Bonifica Parmense comunica che nei giorni scorsi, nell’ambito delle quotidiane verifiche eseguite dai tecnici consortili sullo stato delle acque nella propria rete di canalizzazione, ha rilevato una diffusa moria di fauna ittica autoctona nell’area sottesa al Canale Spelta.

 

Il Canale in questione è una delle derivazioni più rilevanti della nostra provincia che grazie all’alveo artificiale di bonifica conduce i flussi delle acque dell’Enza, da Guardasone fino all’abitato di Montechiarugolo, a servizio delle pratiche irrigue di numerose imprese agricole situate in un’area molto vasta che attraversa svariati comuni.

AddThis Social Bookmark Button
Leggi tutto...

BONIFICA PARMENSE LAB: I DATI RILEVATI SULLA RETE CONSORTILE

1502188007286.jpg Parma, 9 Agosto 2017 - Il Consorzio della Bonifica Parmense nel pomeriggio di ieri e nella mattinata di oggi ha effettuato una lunga serie di analisi delle acque sulla rete consortile soprattutto laddove si sono verificati episodi di moria di pesci nei giorni scorsi.

L’equipe di Bonifica Parmense Lab, la neonata struttura che il Consorzio ha creato proprio per svolgere questa tipologia di esami in tempi rapidi (coordinata dall’esperto Riccardo Franchini insieme a ingegneri ambientali e tecnici di ricerca) ha esaminato, con l’ausilio del mezzo mobile, la qualità delle acque presenti confermando che il sommarsi di due fenomeni quali la mancanza perdurante di ossigeno e le alte temperature al di sopra delle medie del periodo sono stati fondamentali nel determinare quanto si è verificato.

AddThis Social Bookmark Button
Leggi tutto...
AddThis Social Bookmark Button

SEGUICI

 

logo sos bonifica piccolo

logo-acquaeterritorio

RER 150x100 static

ammtrasparente
logo pagamenti 06B 180x74 1


Irriframe